Visit Us On FacebookVisit Us On Twitter

Radio trekking e divertimento

Quel vulcanico di Luciano ik5lwe ha voluto partecipare al contest S.O.T.A. di primavera, ma volendo esser sicuro di divertirsi ha coinvolto i due Mario in questa titanica impresa (sieee misera passeggiata).

Ritrovo alle 7:30, ottima colazione offerta da il cbh (tnx Mario) e via, la vetta di poggio alto ci aspetta, storico punto di conflitto che nella seconda guerra mondiale segnò un aspro combattimento tra le truppe di un contingente Indiano e sudafricano inquadrati tra le forze anglo-americane che avanzavano da sud e le truppe tedesche che asserragliate difendevano la linea gotica.

Lasciata l’auto al passo degli Acandoli comincia l’avventura, caricandoci di tutto il necessario per il contest e la sussistenza cominciamo a salire verso la meta, non mancano derisioni sfottò e quant’altro, tipico delle sortite tra amici, un classico di chi si diletta nelle camminate sui monti. Le salite mettono alla prova polmoni e ginocchi, il fiatone si fa sentire ma lo spirito goliardico non ci lascia nemmeno in questi frangenti, e tra uno sberleffo e una presa in giro  cinquanta minuti di camminata passano veloci. Eccoci finalmente arrivati, solo il panorama che da lassù, in una giornata splendida e senza foschia ci mostra, vale già come una vittoria del contest. Svuotiamo zaini e borse e ci mettiamo a montare il materiale radio, la croce di ferro, in ricordo dei caduti in guerra è un ottimo appoggio per la sei elementi yagi auto costruita, un treppiede per appoggiare la radio (yaesu ft 817), pannello solare e batteria e siamo on air.

 

Tutto a posto, suvvia anche Murphy ha voluto metterci alla prova, infatti, il pannello solare non voleva ricaricare la batteria, Luciano imprecando: eppure l’ho provata ieri sera e funzionava, in risposta: abbiamo gli attrezzi, smontiamo e vediamo se troviamo il guasto, infatti … birichina fu la saldatura rotta, riparazione volante, sia ringraziato santo nastro isolante, e tutto torna a posto. Stancamente i qso si avvicendano, dal nord le condizioni del wx con neve e freddo non hanno favorito la partecipazione, i qso fatti però confermavano che la nostra attrezzatura e 2,5 watt facevano bene il loro lavoro. In un qso il corrispondente descriveva le sue difficili condizioni di trasmissioni Mario, il cbh, descrivendo la sua situazione con naturalezza rispondeva: anch’io sono in precarie condizioni adesso sono in ginocchio davanti a una croce! A me e Luciano sono venuti gli spasmi allo stomaco .. dal ridere… non è nemmeno mancato il passaggio di tanti camminatori che passando di li facevano la classica domanda “che fate?” e sono sicuro che nonostante le loquaci spiegazioni di Mario, il cbh, continuando la loro camminata avranno detto “quelli sono tutti grulli”.

 

Il contest finisce, smontiamo rimpacchettiamo tutto e cominciamo la discesa, solite frasi solita chiacchiera, arrivati all’auto torniamo alle nostre cose quotidiane. Luciano, come al solito farà il controllo e spedizione del log, ma non importa della classifica e delle statistiche è stata un’ottima giornata in compagnia di amici e di radio, comunque vada per noi è, e sarà sempre un successo.

A majora semper IK5OJB – Mario

 

 

 

P.S.:
condizioni del divertimento

loc poggio alto, alt 995 slm JN53MX, rtx yaesu ft 817, 2,5 W antenna 6 elementi HM (DK7ZB) batteria piombo/gel 7A pannello solare 20W. Wx sole.

73 IK5LWE


Leave a Reply